“Catechisti, annunciatori con la vita”

L'invito del vescovo Lauro e di Paola Bignardi al convegno annuale
facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Circa 300 catechisti hanno preso parte, nel pomeriggio di domenica 5 novembre, a Trento al Collegio Arcivescovile, al tradizionale convegno autunnale, in avvio dell’anno pastorale. A loro l’invito del vescovo Lauro ad essere testimoni “con la vita, più che con le parole”, mentre Paola Bignardi (in mattinata relatrice per l’Azione Cattolica)  ha messo a fuoco il tema “Per una comunità che genera vita”.

Dove c’è comunità?, si è chiesta. Dove – ha argomentato – c’è il senso di un NOI; relazioni, legami; dove ogni persona viene valorizzata; vi è corresponsabilità; tutti si è coinvolti in una comune missione, ciascuno a modo suo; ci si parla, dove c’è dialogo; dove si pratica il confronto. Ma c’è un’ulteriore domanda: dove c’è comunità cristiana? Dove – risponde Bignardi – non ci si pensa come dei perfetti, ma come dei salvati; dove non si ha paura del conflitto; dove si pratica il perdono insieme alla disciplina del rispetto e all’ascesi della fraternità; dove, infine, vi sono persone di riferimento, capaci di accompagnare i fratelli nel loro cammino di fede.