Azione Cattolica, la carità via della pace

Echi della Giornata unitaria in seminario domenica 28 con vescovo Tisi e Calzà
facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

«La carità è portare Dio dentro l’esistenza, vivere fuori di noi dando, come la vedova del Vangelo, “tutto quanto aveva per vivere”. Essere fuori di sé è l’unico modo per essere se stessi». Ancora: «L’opzione preferenziale per i poveri non è un piano pastorale, ma è il Dna della Chiesa, è il Vangelo; non possiamo prescindere da questo, è nella struttura esistenziale del credente». L’arcivescovo Lauro parla alla giornata unitaria dell’Azione Cattolica, domenica 28 gennaio in seminario a Trento. Lo fa accanto alla presidente di Ac Anna Rigoni (che introduce la Giornata diocesana della pace, a conclusione del mese inaugurato con la Giornata Mondiale della pace), al direttore della Caritas diocesana Roberto Calzà, che sottolinea: “C’è il rischio dell’eccesso di attivismo, perché non vediamo più i volti delle persone. Risolvere i problemi è un modo per aiutare, non la scelta prioritaria: “stare con”, il rapporto con l’altro è il nostro stile; metterci qualcosa di nostro”.  Molto apprezzata la testimonianza del gruppo “Amici del Sermig di Mori”. Ricchi i lavori di gruppo, con i ragazzi in dialogo con il vescovo Lauro. Per saperne di piu’ vai al sito di Azione Cattolica. 

foto dal profilo FB di Ac