Author: g.neri

Quaresima per un cuore nuovo

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lettera dell’Arcivescovo ai fedeli

Cari fedeli del Trentino,
anche quest’anno, così ricco di proposte, ci è offerta la possibilità di vivere la Quaresima, un tempo forte per imparare ad introdurci più intensamente nell’evento cristiano e attualizzarlo nel quotidiano. Infatti, la Quaresima ha una caratteristica catecumenale, che ci permette – accanto a una quindicina di adulti che in diocesi si preparano al battesimo – di rivedere anche noi i fondamenti della fede, il rapporto con Cristo, la risposta da dare a Lui nelle relazioni con il prossimo.

Principi e orientamenti per le Unità Pastorali

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Presentato il documento conclusivo dell’Arcivescovo

In occasione della terza giornata dell’Assemblea Sinodale – le prime due si erano tenute a Cadine nei giorni 21 e 22 novembre 2014 – l’Arcivescovo di Trento, Mons. Luigi Bressan, ha presentato sabato 28 febbraio a Trento, in cattedrale, il documento conclusivo sul tema delle Unità pastorali in Diocesi. Al termine del percorso di riflessione “Verso le unità pastorali” che ha visto impegnati i membri sinodali, e sulla base di un’esperienza avviata in Diocesi da una quindicina d’anni, sono ora illustrati all’intera comunità diocesana principi e orientamenti circa impostazione e organizzazione delle UP, oltre a quegli aspetti da approfondire in futuro che rendono ancora aperto il “cantiere” di lavoro.

Addio a don Tarcisio Samuelli

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

La Chiesa trentina piange la scomparsa di don Tarcisio Samuelli. Aveva 88 anni.
Originario di Arco, prete dal 1951, vp Rovereto S. Maria 1951-1953, Ass. dioc. A.C. 1953-1959. Una vita dedicata allo studio e all’insegnamento: prof collegio 1959-1961 – università Cattolica giurisprudenza 1961-1965 – pr collegio 1966-1974 – ct Trento 1974-1976 – prof collegio vescovile 1974-1997 – dl pastorale anziani 2001-2014 – inc per le case di riposo 1997-2007 – cappellano della casa di riposo di Gardolo 2007-2016. Il funerale sarà celebrato ad Arco il giorno lunedì 15 febbraio ad ore 14.00.

“Benvenuto Arcivescovo Tisi, grazie Arcivescovo Bressan”

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tra i primi messaggi giunti al nuovo vescovo di Trento Lauro Tisi quello del vescovo di Bolzano Bressanone Ivo Muser, che invoca su Tisi “la  Benedizione di Dio e i doni dello Spirito Santo nella guida dell’Arcidiocesi. Inoltre, sono convinto – aggiunge – che procederemo nella buona e fruttuosa collaborazione tra le nostre diocesi”. Muser ringrazia l’Arcivescovo Luigi Bressan, “il quale – spiega – mi ha consacrato vescovo, per la
buona collaborazione tra le nostre diocesi”. Messaggi augurali al nuovo vescovo dalle autorità politoche e amministrative del Trentino: il presidente della Provincia Rossi  e del Consiglio provinciale Dorigatti, il sindaco di Trento Andreatta. la presidente del Consiglio regionale Avanzo, i parlamentari trentini (testi a questo link: www.vitatrentina.it)

Vescovo Tisi, ordinazione e ingresso in Diocesi domenica 3 aprile

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

IN CATTEDRALE NELLA DOMENICA DOPO PASQUA

L’ordinazione episcopale con l’ingresso di monsignor Lauro Tisi come nuovo arcivescovo di Trento avverrà nel pomeriggio di domenica 3 aprile 2016 nella cattedrale di San Vigilio.  E’ la domenica subito dopo Pasqua, detta anche Domenica della Misericordia: dunque doppiamente significativa in questo Giubileo straordinario.
Lo stesso Vescovo eletto Lauro ha voluto che ad ordinarlo sia il vescovo uscente Luigi.
Subito dopo Bressan, i primi vescovi che imporranno le mani sul nuovo Arcivescovo di Trento saranno Francesco Moraglia, Patriarca di Venezia e Presidente della CET, la Conferenza episcopale triveneta,  ed Ivo Muser, Vescovo di Bolzano-Bressanone.

Missione povertà

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

L’eco della veglia missionaria di sabato 26 settembre

La vera missione è saper stare accanto ai più poveri e sofferenti. E’ la consapevolezza diffusa, all’uscita dalla cattedrale, dopo la  veglia di sabato 26 settembre, che anticipa ottobre, il mese della missione.

A ribadire questa verità evangelica, che è anche una pista concreta per l’Anno della Misericordia, le tante voci che hanno offerto ai  fedeli radunati in Duomo la loro testimonianza. A cominciare dal drammatico viaggio dalla Nigeria alla Sicilia diCristian, da più di un anno ospite a Rovereto dove frequenta, da profugo di fede cristiana, la parrocchia di Santa Caterina. Quello di Cristian è il volto di tutti i profughi accolti in Trentino, volto che interroga  un’intera comunità, “chiamata – ha detto l’Arcivescovo Bressan –  a spendersi generosamente nell’accoglienza di fronte a questa sfida epocale legata alle migrazioni”.

Forti gli stimoli di Daniela Salvaterra, originaria di Tione, missionaria laica in Perù, dove opera da infermiera nella casa “Madre Teresa di Calcutta” a contatto con bambini seriamente ammalati e in molti casi anche abbandonati. (Ecco Daniela ai microfoni della radio diocesana Trentino inBlu: http://www.vitatrentina.it/Chiesa-religioni/Veglia-missionaria-in-Duomo-dalla-parte-dei-poveri).

Contagioso anche l’entusiasmo di uno dei giovani che hanno vissuto per un mese “sul campo”, accanto agli “evangelizzatori” trentini nel mondo.

A declinare la dimensione della “missione” anche qui, sul territorio e nella propria comunità, ci ha pensato, con una toccante testimonianza, una volontaria trentina, Samantha Gasperini, della Consulta della Pastorale della Salute, impegnata in una RSA a contatto con la sofferenza targata malattia e vecchiaia.

L’arcivescovo monsignor Luigi Bressan ha affidato il consueto ”mandato” ai missionari trentini: in cattedrale i “partenti” erano una decina e tra loro il vescovo monsignor Guido Zendron (Brasile, stato di Bahia, Diocesi di Paulo Afonso)  e don Angelo Gonzo che dopo quattro anni da parroco a Trento torna a lavorare in Bolivia.

“Dalla parte dei poveri”, tema della veglia ma anche il titolo del messaggio di Papa Francesco per  la Giornata Missionaria Mondiale, in calendario domenica 18 ottobre 2015. «La sfida che abbiamo davanti – spiega don Giuseppe Caldera, missionario per quasi vent’anni in Brasile, direttore del Centro missionario diocesano e della Pastorale delle Migrazioni – è metterci davvero dalla parte dei poveri, vittime non solo di bisogni materiali. Il nostro non vuole essere un incontro casuale, ma scegliere di stare con loro e per loro».

Il 24 ottobre è in programma anche l’Assemblea degli animatori missionari.

Dov’è tuo fratello? I preti rispondono

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Da lunedì 18 gennaio iniziano le tradizionali settimane formative del clero trentino. Tema al centro delle relazioni e dei lavoro di gruppo “Dov’è tuo fratello? Dall’indifferenza alla misericordia”. Nell’anno giubilare, sarà offerta una relazione d’apertura sulla condizione culturale e morale della società di oggi di fronte a tante situazioni di negazione della dignità umana. Concretamente si parlerà poi delle situazioni di povertà e di bisogno nei nostri territori (a cominciare dall’emergenza migranti) e delle risposte delle comunità cristiane

24 ore per il Signore

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Maratona di preghiera il 13 e 14 marzo in Cattedrale

Anche la Diocesi di Trento aderisce all’invito che il papa ha rivolto a tutte le Chiese locali di tenere aperte le chiese per ventiquattr’ore continue di preghiera. Se nelle parrocchie le modalità potranno essere diverse a seconda dei casi, in cattedrale, a Trento, l’iniziativa è confermata dalle 19.00 di venerdì 13 marzo alle 19.00 di sabato 14. Le ore del giorno e della notte saranno scandite dall’ascolto della Parola di Dio e dalla preghiera di adorazione. Saranno proclamati dei testi biblici per disporre alla celebrazione personale del sacramento della Riconciliazione, per il quale saranno disponibili, ininterrottamente, dei sacerdoti.

I migranti siamo noi

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

A Rovereto la manifestazione diocesana per la Giornata del Migrante

Ampia parteciazione domenica 17 gennaio all’iniziativa della Diocesi per la Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato, giunta alla 102^ edizione. “Migranti e Rifugiati ci interpellano. La risposta del Vangelo della Misericordia” il tema scelto da Papa Francesco. Sfilata e s. messa a Rovereto, promossa dal Centro missionario diocesano e dalla Pastorale delle migrazioni, dai decanti di Rovereto, Mori, Ala e Villalagarina, con la collaborazione dell’Associazione Trentini nel Mondo. Per dire che  migrazione ed accoglienza riguardano tutti.

Settimana per unità cristiani

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Dal 18 al 25 gennaio 2016

Ritorna dal 18 al 25 gennaio la Settimana di preghiera per l’Unità dei cristiani sul tema “Chiamati per annunziare a tutti le opere meravigliose di Dio”.  Molte le iniziative promosse in tutta la Diocesi di Trento dal Centro Ecumenico, ora nella nuova sede del  Vigilianum, il polo culturale in via Endrici, 14.  Ad introdurre la settimana, sabato 16 gennaio, alle ore 11.00,  l’incontro “Non solo parole. Luoghi di comunione”, con l’apertura pubblica degli spazi ecumenici rinnovati.